Notizie

09/01/2019

Moda e bellezza: balzo dell’export da Parma

 

La provincia di Parma ha esportato, nei primi 9 mesi del 2018, prodotti di moda per un valore complessivo di € 255.035.000. Poco più delle metà (56%) dell’export moda riguarda il settore abbigliamento (€ 143.420.000), mentre il restante 44% ha prevalentemente origine nel settore della pelletteria (€ 100.253.000) e, in misura sensibilmente inferiore, nel tessile (€ 11.362.000).

UNA TENDENZA POSITIVA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Considerando i primi 9 mesi dei due anni precedenti al 2018, è evidente la decisa tendenza all’incremento delle esportazioni di moda. Tra il 2017 ed il 2018, il balzo è a doppia cifra, arrivando a misurare un +21%!

RITORNO DELLA PELLETTERIA A PARMA?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In termini di peso dei singoli settori del sistema moda, è rilevabile negli ultimi tre anni un recupero della pelletteria che, partendo nel 2016 dal rappresentare il 35% dell’export moda di Parma, sfiora il 40% nei due anni successivi a scapito, principalmente, dell’abbigliamento.

La pelletteria è, peraltro, una delle specializzazioni storiche del territorio, che ancora ad inizio anni Novanta poteva contare su una miriade di piccole imprese di lavorazione del cuoio vocate ai mercati del lusso, caratterizzate dallo stile unico e distintivo dei prodotti in pelle “fatti a Parma” (borse, cinture, accessori).

LA BELLEZZA A PARMA … NON È MARGINALE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La moda è, in termini di export, un sistema in crescita nell’ambito della manifattura locale: pur essendo lontana dalle vocazioni produttive del territorio, la stessa rappresenta comunque il 5,1% dell’export provinciale, in aumento dal 4,4% registrato nei primi 9 mesi del 2017.

Se poi si allarga l’obiettivo al più ampio sistema che potremmo definire “bellezza”, comprendendo la cosmesi e profumeria, tale percentuale sale all’8,4%.

UNA FELICE ANOMALIA IN ITALIA (DA CONSOLIDARE!)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La performance di Parma fra 2017 e 2018 nei settori della moda è tanto più sorprendente se confrontata con il livello nazionale. A fronte di una crescita provinciale del manifatturiero (+4%) sostanzialmente in linea con quella italiana (+3%), il sistema moda registra un incremento sensibilmente più forte (+21%) a Parma rispetto alla media italiana (+2%), con uno scarto di ben 19 punti percentuali!

Fonti:

 

I grafici qui presentati sono stati realizzati dal Consorzio Parma Couture elaborando dati presenti in: